L’ALTRA CONGIURA (La “Congiura al Castello” vista da un artista contemporaneo)

Giorgio Lupattelli collabora da molti anni con la Compagnia Teatrale Magionese, è stato tra coloro che hanno ideato e messo in scena la Congiura dalla prima edizione nel 2001.

Quest’anno, dovendo pensare a una nuova immagine per il manifesto egli ha prodotto un intero ciclo di opere, che partendo dal pretesto dello spettacolo teatrale potesse permettergli al tempo stesso di realizzare delle opere inedite sul suo territorio, la sua gente e le sue origini.

Partendo dagli scatti dei vari personaggi, con relativi costumi, in alta definizione sul set del teatro, l’artista ha realizzato 15 tavole in “pittura digitale”, integrando gli scatti iniziali con altre immagini prevalentemente scaricate dal web, elaborate e montate con Photoshop; il risultato è un lavoro dalla luce caravaggesca, e con una costruzione strutturata secondo canoni tipicamente rinascimentali.

Ciò che Lupattelli ha voluto rappresentare è l’incastro tra i vari piani spazio-temporali su cui è articolato lo spettacolo, creando una sorta di mondo parallelo onirico e surreale in cui tutti i personaggi sono “inscenati” in luoghi-non luoghi, in cui gli aspetti storici e gli approfondimenti psicologici si mescolano a elementi prelevati in larga parte dal contesto della storia dell’arte anche contemporanea, con una metodologia in cui la “citazione” la fa da padrone, e in cui l’artista ha messo in campo alcuni degli elementi tipici della sua iconografia.

Le numerose citazioni vanno da Leonardo fino ad artisti contemporanei come Jeff Koons, Damien Hirst, Jan Fabre, Arnaldo Pomodoro e tanti altri che un pubblico attento e competente può divertirsi a individuare.

Le 15 tavole saranno stampate su lamina di alluminio (dibond da 3 mm) del formato cm.100×140, con doppia stampa (fondo opaco con alcuni dettagli lucidi)

Giorgio Lupattelli è nato e lavora a Magione (PG), è presente sulla scena artistica nazionale e internazionale dal 1993. Il museo MARCA di Catanzaro, nel 2016 ha dedicato all’artista umbro una mostra antologica. Tra le tante altre mostre personali: Galleria Neon (Bologna), Piano Nobile (Perugia), Placentia Arte (Piacenza), Il Ponte Contemporanea (Roma), Betta Frigieri (Modena), Artsinergy (San Benedetto e Roma), Rossoventinove (Firenze), Accademia del Lusso (Milano), Torre dei Lambardi (Magione PG) Tac arte contemporanea (Perugia).

Molte le partecipazioni collettive in Gallerie e Musei tra cui: Padiglione Italia della 54 Biennale di Venezia, Museo Benaki (Atene), Palazzo Esposizioni (Roma), Trevi Flash Art Museum (Trevi), Museo CIAC (Foligno), Palazzo Collicola arti visive (Spoleto)

Presente anche in molte fiere internazionali tra cui Bologna, Roma, Torino, Firenze, Bolzano, Madrid, New York.

www.giorgiolupattelli.it

 

Le 15 tavole che costituiranno la mostra